La Colazione dei Campioni 🥐 #148

La newsletter che viaggia sott’acqua.

Hey,

la scorsa settimana, un po’ in sordina, ho creato la possibilità di abbonarsi alla Colazione dei Campioni.

Con 50 centesimi a edizione, mi aiuterai a mantenere la colazione ricca e gratuita, per sempre e per tutti.

Fino al 23 marzo, la donazione annuale è scontata del 20% (mantenendo lo stesso prezzo per sempre).

P.S: grazie alla prima donatrice, Ludovica, che ha donato alla velocità della luce <3


Facciamo colazione insieme? 🍕

Negli ultimi tempi, le colazioni si sono raddoppiate. Ogni giovedì puoi fare una colazione privata con me, basta registrarti qui. Altrimenti, se hai iOS, puoi partecipare alla colazione del venerdì su Clubhouse. In pratica, commentiamo due o tre notizie interessanti che puoi leggere sotto. Fai tap qui per accedere.


Caffè al volo ☕️

🎥 Queste palle di elettricità non sono fantascienza
🎥 Niente male il telegiornale francese in AR
SpotiHi-Fi
Chi ha detto che non puoi fare cose mentre sogni?
AAA cercasi Senior Clubhouse Executive
Ma c’è un problema con la privacy delle room
Il DPCM è diventato un gioco da tavola
Google ha licenziato un’altra persona nel team di AI
L’esercito USA sta costruendo un mega laser (ma non è come lo immagini)
I pancake di Mulino Bianco potrebbero essere una hit

Si dice “persevérens”

Sì, già lo sai che siamo tornati su Marte per rispondere alla domanda di David Bowie: c’è vita su Marte? Anzi, c’è mai stata? Comunque, questa volta lo abbiamo fatto con qualche gingillo tecnologico in più e, per la prima volta, abbiamo foto, video e suoni ad alta risoluzione. In questo articolo, trovi il racconto di tutta la procedura di ammartaggio, i cosiddetti 7 minuti di terrore che si sono presto trasformati in 7 minuti di estasi.

Ne abbiamo parlato venerdì scorso nella colazione su Clubhouse. Eccoti qualche pillola (capito perché dovresti partecipare?):

  • chi ha detto che le missioni spaziali sono inutili? Progettare per l’estremo può avere incredibili benefici per la vita sulla Terra;

  • insegnamento di vita: questa missione è ancora distantissima dal mandare gente su Marte, ma ogni piccola conquista è davvero una grande conquista. E va bene così: non c’è fretta di avere tutto e subito;

  • Ingenuity, il drone basato su Linux che si guida quasi da solo e potrebbe aprire un nuovo capitolo per l’esplorazione aerea del pianeta rosso, è costato 85 milioni di dollari, ma dentro ha tanta tecnologia commerciale (alcuna comprata perfino da SparkFun, un rivenditore americano di elettronica), come il processore Snapdragon e una fotocamera da 13 megapixel.


One More Time, please

È successo: i Daft Punk si sono sciolti.

Per celebrare questo momento, condivido con te due articoli, scritti da due lettori della newsletter, e un pezzo del Guardian. Questo è quello di Federico e questa è l’intervista che Fabio De Luca ha fatto 20 anni fa, poco dopo essersi trasformati in dei robot.


Amazon produrrà alcuni prodotti solo se la gente li vuole, mentre IKEA ti aiuta a smontarli

I prodotti invenduti non sono solo un grande problema economico e logistico per i produttori, ma anche per l’ambiente. Per questo guardo con molto piacere ad Amazon Build It, un’iniziativa che permetterà ai clienti di scegliere i prodotti da mandare in produzione, votando i concept che di volta in volta verranno presentati sulla piattaforma e offerti a un prezzo di pre-ordine più basso. Per ora l’iniziativa è attiva negli USA e puoi votare fra tre prodotti: un orologio a cucù con Alexa, una bilancia smart e una stampante di post-it.

Nello stesso momento, IKEA, ultimamente molto attiva in fatto di economia circolare, ha lanciato le sue primissime istruzioni di smontaggio per 6 prodotti. Così sarà più facile smontare un mobile per conservarlo e utilizzarlo in un secondo momento, allungandone il ciclo di vita. Bravi!


La storia di Facebook, Google e l’Australia

Che succede nella terra dei canguri? Succede che il parlamento ha varato una legge che obbliga Facebook e Google a pagare i giornali per poter pubblicare le notizie sulle proprie pagine. In effetti, i due colossi permettono alle persone di leggere le notizie senza passare dal sito dei giornali, pappandosi la nostra attenzione e i soldi degli inserzionisti. La questione era scalata drammaticamente, portando Facebook a bandire le notizie dai feed australiani, ma ieri è stato trovato un accordo, seguente a quello che già Google aveva siglato.

Il governo australiano ha appena spiegato al mondo come si tengono a bada le aziende più potenti del pianeta?


La chiave per il buon design

A volte, per rendere un oggetto più inclusivo basta poco. Tipo cambiare la forma di una chiave, come ha fatto nendo.


Il nuovo spot tutto matto di Coca Cola, con la musica di Tyler, The Creator


Immuni ha fallito

Sono stato un grande sostenitore dell’app italiana di contact tracing, perché poteva essere uno strumento a basso costo per migliorare (e non sostituire) il processo di tracciamento. Ma le cose non sono andate bene: nonostante l’app in sé sia ben progettata, è mancato tutto l’ecosistema abilitante che le avrebbe permesso di avere un impatto concreto - è mancato l’intervention design. Un promemoria per designer, e non solo: se il design non dialoga con la complessità o non viene messo in condizione di farlo davvero, diventa fine a se stesso.


Quando ti chiederanno quanto vale il design, digli 893 milioni di dollari

Però, ecco, il design rimane importante. Noi designer siamo abituati a dirlo nel nostro cerchio ristretto, ma spesso non siamo capaci di raccontarlo a chi non è un designer. Ci viene in aiuto il disastro finanziario che ha coinvolto Citigroup, che ha pagato in anticipo 893 milioni di dollari d’interessi ai creditori perché non una, ma tre persone sono state tradite da un’interfaccia evidentemente mal progettata. È difficile, e forse poco interessante, spiegare cosa sia successo a livello finanziario, ma è molto più efficace guardare l’interfaccia anni ‘90 del software dietro il misfatto per capire che un po’ di UX Writing avrebbe fatto benissimo. E pensare che ci sono tanti altri settori che si basano su software datati, perché cambiarli sarebbe apparentemente troppo costoso o difficile da gestire… Apparentemente.


Programmare i pasti è il futuro

Se anche tu vai al supermercato, compri roba random, e poi non sai mai cosa cucinare, dovresti leggere questo articolo e aprire Excel.


Internet viaggia sott’acqua, e in cielo

Internet ci sembra una cosa astratta, ma in realtà è una cosa concretissima che le fattezze di un cavo sottomarino lungo migliaia di chilometri che corre sotto terra, o sott’acqua. Come il cavo che partirà dagli Stati Uniti per arrivare in Francia, il più potente cavo translatlantico mai progettato, realizzato da Orange, Facebook, Microsoft, Aqua Comms e Vodafone. O quello di Google, sempre fra gli USA e le coste francesi.

Invece, Elon Musk ha promesso che Starlink, la sua (ennesima) azienda che porterà internet in ogni angolo del globo terracqueo attraverso i satelliti, migliorerà radicalmente le sue prestazioni.


Perché dovresti allenare la mente a difficoltà desiderabili

Le difficoltà desiderabili sono leve cognitive che ci permettono d’imparare lentamente e in modo frustrante, ma molto consistente. Che lasciano quindi un segno tangibile nella nostra mente.

In questo articolo, l’autore condivide tre modi in cui possiamo allenarci sfruttando le difficoltà desiderabili: per esempio, navigando nella nebbia, ponendosi più domande possibili (e sbagliando molte risposte) si può imparare tanto. Oppure praticando l’intrecciatura, che è un modo decisamente controintuitivo di studiare.


Bentornato, MySpace

No, non c’è Tom, e non è tornato veramente, ma un 18 enne tedesco l’ha ricreato da solo durante il lockdown. Fenomeno.


🎵 Magica Musica

Perché la musica italiana a volte sa essere una bomba. Di nuovo.


Ti è piaciuta questa edizione? Condividila a chi vuoi bene. Oppure iscriviti per riceverne comodamente una a settimana.

E se ti va di commentarla, puoi scrivermi su Instagram.

Mercoledì ti invierò la prossima mail.
Aprila, mi raccomando.

A presto,
Gianvito

Sono un designer. Di giorno, progetto e scrivo per Tangity. Di notte dormo più che posso. Vita lenta è il mio side project. Nel tempo libero, oltre a questa newsletter, scrivo di cibo su Munchies, d’Italia su ItalySegreta e di design su Polkadot.

Loading more posts…